Escursionismo in Liguria: le schede dei monti

HOMEPAGE ESCURSIONISMO IN LIGURIA

Alpe di Succiso m. 2017 Casarola m. 1979

Sugli itinerari descritti l'autore ha cercato di essere preciso per quanto possibile. Tuttavia non si assume alcuna responsabilità e raccomanda la consultazione delle carte escursionistiche.
Per queste escursioni si consiglia la CARTA DEI SENTIERI E RIFUGI - PARCO DEL GIGANTE APPENNINO REGGIANO PARMENSE E LUNIGIANA - EDIZIONI MULTIGRAPHIC

Gli itinerari e le cartine

PASSO DEL CERRETO (1261) - ALPE DI SUCCISO (2017) - M. CASAROLA (1979)

Tempo di salita: ore 3 all'Alpe di Succiso + ore 0.30 al Monte Casarola
Tempo totale: ore 5.45
Segnavia: G.E.A dal Passo del Cerreto al Passo di Pietratagliata; 671 dal Passo di Pietratagliata all'Alpe di Succiso; 667 dall'Alpe di Succiso al Monte Casarola; 675 dalla Sella del Casarola alle Sorgenti del Secchia; G.E.A. dalle Sorgenti del Secchia al Passo del Cerreto



Dal Passo del Cerreto (1261) si può già osservare l'imponente sistema montuoso Alpe di Succiso-Casarola dalle cui pendici meridionali nasce il fiume Secchia.
Dietro al bar-ristorante del valico si segue il sentiero 00-G.E.A. che conduce pianeggiante al Passo dell'Ospedalaccio (1271) dove è presente un cippo di confine dell'epoca napoleonica. In corrispondenza del cippo si imbocca a sinistra il sentiero che esce allo scoperto sulle praterie alle pendici del Monte Alto. Dopo pochi minuti di salita il sentiero (segnavia 671-G.E.A.) abbandona il ripido crinale di spartiacque e svolta deciso a destra: con un percorso a mezzacosta rientra nel bosco e raggiunge lo splendido anfiteatro glaciale alle sorgenti del fiume Secchia (1536). Da qui il sentiero sale a tornanti fino al Passo di Pietratagliata (1750), angusto intaglio sulla cresta tra il Monte Alto e l'Alpe di Succiso. Al passo si svolta a destra (segnavia 671) e, dopo aver superato un breve tratto un po' esposto (in alternativa si può percorrere la cresta rocciosa attrezzata con un cavo metallico ed una staffa - difficoltà EE), si sale lungo il crinale fino in vetta all'Alpe di Succiso (2017).
Al ritorno si prosegue sul crinale in direzione est (segnavia 667) fino alla Sella del Casarola (1945), crocevia di itinerari. Da qui si sale in breve al vicino Monte Casarola (1979).
Dopo essere ritornati alla sella si imbocca il sentiero 675 che scende lungo i ripidi pendii prativi fino ad arrivare alle sorgenti del Secchia dove ci si ricongiunge con il sentiero 671-G.E.A. percorso all'andata.


DIGA DEL LAGASTRELLO (1170) - RIFUGIO SARZANA (1580) - ALPE DI SUCCISO (2017)

Tempo di salita: ore 1.50 al Rifugio Sarzana + ore 2.50 all'Alpe di Succiso
Tempo totale: 8.30
Segnavia: G.E.A. dalla Diga del Lagastrello al Passo di Pietratagliata; 671 dal Passo di Pietratagliata all'Alpe di Succiso



Dal ponte della provinciale a valle della diga del Lago Paduli (1170) (1,5 km a nord del Passo del Lagastrello) si segue il sentiero 659-G.E.A. che risale nel bosco la Costa dei Fontanoni fino a raggiungere il Lago di Monte Acuto sulla cui sponda settentrionale sorge il Rifugio Città di Sarzana (1580).
Dopo il rifugio il sentiero prosegue pianeggiante fino alla Costa del Lago superata la quale scende con ripidi tornanti fin sul fondo della conca dei Ghiaccioni (1375), suggestivo anfiteatro di origine glaciale al cospetto dell'Alpe di Succiso. Quindi si risale il versante opposto lungo l'antico sentiero Barbarossa (segnavia 673) fino al Passo di Pietratagliata (1750). Al passo si svolta a sinistra (segnavia 671) e, dopo aver superato un breve tratto un po' esposto (in alternativa si può percorrere la cresta rocciosa attrezzata con un cavo metallico ed una staffa - difficoltà EE), si sale lungo il crinale fino in vetta all'Alpe di Succiso (2017).
 
Le immagini
Poco oltre il Passo dell'Ospedalaccio si incontra questo antico cippo dell'epoca napoleonica che segnava il confine tra l'Impero Francese (che comprendeva il Piemonte, la Liguria e la Toscana) ed il Regno d'Italia (che aveva per capitale Milano) - 2 maggio 2004
La Madonnina in vetta all'Alpe di Succiso - 2 maggio 2004
L'Alpe di Succiso fotografata dal sentiero 675 poco sopra le sorgenti del Secchia - 2 maggio 2004
Il circo di origine glaciale alle sorgenti del Secchia - 2 maggio 2004
Le sorgenti del fiume Secchia - 2 maggio 2004
La Nuda fotografata dal sentiero tra il Passo dell'Ospedalaccio ed il Cerreto - 2 maggio 2004
L'Alpe di Succiso dal Passo del Cerreto - 2 maggio 2004
La diga del Lago Paduli al Passo del Lagastrello - 27 ottobre 2005
La nebbia ricopre il Lago Paduli: in fondo si innalza il Monte Malpasso - 27 ottobre 2005
Dal mare di nebbia emerge il Monte Ventasso - 27 ottobre 2005
Il Rifugio Città di Sarzana che sorge sulla sponda settentrionale del Lago di Monte Acuto - 27 ottobre 2005
Il Lago di Monte Acuto - 27 ottobre 2005
Il Monte Cusna fotografato dalla vetta dell'Alpe di Succiso - 27 ottobre 2005
Il Ventasso dalla vetta dell'Alpe di Succiso - 27 ottobre 2005
In vetta all'Alpe di Succiso - 27 ottobre 2005
L'Alpe di Succiso vista dal sentiero che scende alla diga del Lagastrello - 27 ottobre 2005
Il vallone del torrente Liocca (i Ghiaccioni) fotografato dal Passo di Pietratagliata - 20 settembre 2007
La Madonnina in vetta all'Alpe di Succiso e la cresta che conduce al Casarola - 20 settembre 2007
Paline segnaletiche alla Sella del Casarola - 20 settembre 2007
L'Alpe di Succiso rossa di mirtilli vista dal Monte Casarola - 20 settembre 2007
La Nuda fotografata da sopra il Passo dell'Ospedalaccio - 20 settembre 2007
Il Monte Cavalbianco visto dal Passo dell'Ospedalaccio - 20 settembre 2007
Sulle praterie al Passo dell'Ospedalaccio - 20 settembre 2007
L'Alpe di Succiso ed il Monte Casarola dal Passo del Cerreto - 20 settembre 2007
Salendo dal passo del Cerreto oltre le sorgenti del Secchia - 1 giugno 2008
Dal Passo di Pietratagliata verso i Ghiaccioni (Nord) - 1 giugno 2008
La Nuda dalla vetta dell'Alpe di Succiso - 1 giugno 2008
Tra il verde spunta il Lago di Monte Acuto - 1 giugno 2008
Dal Casarola verso Nord - 1 giugno 2008
La Nuda dalla vetta dell'Alpe di Succiso - 1 giugno 2008
L'Alpe di Succiso dalla Sella del Casarola - 1 giugno 2008
Il monte Casarola - 1 giugno 2008
Alla Sella del Casarola - 1 giugno 2008
Scendendo verso le sorgenti del Secchia - 1 giugno 2008
Alle sorgenti del Secchia - 1 giugno 2008
Cerreto Laghi - 1 giugno 2008
L'Alpe di Succiso da Prato Spilla - 29 aprile 2010
Il lago Paduli al Lagastrello - 29 aprile 2010
Il Monte Alto, l'Alpe di Succiso ed il Monte Casarola fotografati dal parcheggio del Passo del Cerreto - 7 maggio 2011
Tra il Cerreto ed il Passo dell'Ospedalaccio si hanno belle vedute sull'Alta Valle del Secchia ed in particolare sulla Pietra di Bismantova che si innalza inconfondibile sopra le colline di Castelnuovo ne' Monti - 7 maggio 2011
Lo splendido anfiteatro glaciale alle sorgenti del fiume Secchia - 7 maggio 2011
Il Monte Casarola visto dalle sorgenti del Secchia - 7 maggio 2011
L'erto pendio che conduce al Passo di Pietratagliata - 7 maggio 2011
Il Passo di Pietratagliata, angusto intaglio roccioso del crinale tra il Monte Alto e l'Alpe di Succiso - 7 maggio 2011
La dorsale che dal Passo di Pietratagliata conduce in vetta all'Alpe di Succiso - 7 maggio 2011
Ambiente grandioso e suggestivo dal crinale che conduce in vetta all'Alpe di Succiso - 7 maggio 2011
Le ultime due anticime che precedono la vetta dell'Alpe di Succiso - 7 maggio 2011
Poco sotto la cima dell'Alpe di Succiso: sullo fondo il crinale di spartiacque con il Monte Alto - 7 maggio 2011
In vetta dell'Alpe di Succiso - 7 maggio 2011
In lontananza il Cusna e la Piella fotografati dall'Alpe di Succiso - 7 maggio 2011
Il Ventasso fotografato dal crinale tra l'Alpe di Succiso ed il Monte Casarola - 7 maggio 2011
Grossi nevai tappezzano il versante settentrionale del Casarola - 7 maggio 2011
Ottima segnaletica alla Sella del Casarola - 7 maggio 2011
Il vallone che dalla Sella del Casarola scende verso nord al Rifugio Rio Pascolo - 7 maggio 2011
Attraversamento di un caratteristico "schiocco" (gola in dialetto reggiano: tutto il versante emiliano tra l'Alpe di Succiso ed il Cusna è solcato da innumerevoli schiocchi) - 7 maggio 2011
L'Alpe di Succiso fotografata dal sentiero n. 675 poco sopra le sorgenti del Secchia - 7 maggio 2011
La Nuda con il severo Vallone dell'Inferno fotografata dal Passo dell'Ospedalaccio - 7 maggio 2011
Al Passo dell'Ospedalaccio si erge questo cippo che marcava il confine tra l'Impero Francese (che comprendeva il Piemonte, la Liguria e la Toscana) ed il Regno d'Italia napoleonico (che aveva per capitale Milano) - 7 maggio 2011
Il bar-ristorante "Giannarelli" al Passo del Cerreto, sull'antica "Via militare di Lunigiana" realizzata dal Duca di Modena Francesco IV d'Este nel 1831 - 7 maggio 2011
La bella conca prativa dove si trovano le sorgenti del fiume Secchia - 6 ottobre 2011
Paline segnaletiche alle sorgenti del Secchia: in alto il Monte Casarola - 6 ottobre 2011
Ottima segnaletica al Passo di Pietratagliata: questo angusto intaglio nella roccia si apre sul crinale tra il Monte Alto e l'Alpe di Succiso. Tale crinale, che prosegue poi in direzione nord-est verso il Monte Ventasso e Castelnovo nè Monti, separa le valli dell'Enza e del Secchia - 6 ottobre 2011
Salendo dal Passo di Pietratagliata verso l'Alpe di Succiso - 6 ottobre 2011
Il crinale, in alcuni tratti roccioso ed aereo, tra il Monte Alto (in fondo nella foto) e l'Alpe di Succiso. In basso il Passo di Pietratagliata - 6 ottobre 2011
Lo splendido anfiteatro di origine glaciale denominato "I Ghiaccioni" fotografato dal Passo di Pietratagliata - 6 ottobre 2011
Poco sotto la vetta dell'Alpe di Succiso - 6 ottobre 2011
Il percorso di cresta tra l'Alpe di Succiso ed il Monte Casarola - 6 ottobre 2011
Dietro l'ometto di pietre dell'Alpe di Succiso si intravede il Casarola - 6 ottobre 2011
La bella cresta che collega l'Alpe di Succiso al Monte Casarola (a destra nella foto) - 6 ottobre 2011
La Sella del Casarola in veste autunnale: sullo sfondo si riconosce il Monte Cusna - 6 ottobre 2011
Paline segnaletiche alla Sella del Casarola: il sentiero 675 riconduce alle sorgenti del Secchia - 6 ottobre 2011
L'Alpe di Succiso fotografata dal Monte Casarola - 6 ottobre 2011
In marcia dal Casarola verso l'omonima sella: in fondo l'Alpe di Succiso - 6 ottobre 2011
Il bellissimo anfiteatro glaciale dove nasce il fiume Secchia - 6 ottobre 2011
Salendo al Monte Alto dal Passo dell'Ospedalaccio. In questa foto si può vedere l'articolato ed aereo crinale che dal Monte Alto scende al Passo di Pietratagliata: il sentiero che le percorre (673) è di difficoltà EE. In fondo l'Alpe di Succiso (foto di Claudio Bertolini) - 6 ottobre 2011
Sul sentiero di spartiacque 00 che dal Passo dell'Ospedalaccio sale al Monte Alto (EE in alcuni tratti) (foto di Claudio Bertolini) - 6 ottobre 2011
Salendo dal Passo di Pietratagliata verso l'Alpe di Succiso: il tratto attrezzato (EE) che si incontra subito dopo il passo. In alternativa si può percorrere il sottostante sentierino leggermente esposto (foto di Claudio Bertolini) - 6 ottobre 2011
Sul sentiero 00/GEA al Passo dell’Ospedalaccio - 11 settembre 2016
Il tratto in leggera discesa nella faggeta prima delle Sorgenti del Secchia - 11 settembre 2016
Lo splendido anfiteatro di origine glaciale alle sorgenti del fiume Secchia - 11 settembre 2016
Salendo verso il Passo di Pietratagliata sul sentiero 671/GEA - 11 settembre 2016
I grossi spuntoni rocciosi che incombono sopra il Passo di Pietratagliata e che si aggirano sulla destra percorrendo il sentiero 671 (leggermente esposto e attrezzato con una fune d’acciaio); è anche possibile affrontarli direttamente utilizzando un breve tratto di ferrata - 11 settembre 2016
L’imponente e suggestivo crestone meridionale dell’Alpe di Succiso - 11 settembre 2016
Le ripide balze che precedono l’arrivo in vetta all’Alpe di Succiso - 11 settembre 2016
La Madonnina con il Bambino sull’Alpe di Succiso - 11 settembre 2016
Il grande ometto di pietre che segnala la sommità dell’Alpe per chi arriva dal Monte Casarola (in fondo al centro) - 11 settembre 2016
Sul sentiero 667 tra la Sella del Casarola (in basso al centro) e il Monte Casarola; in alto nell’ombra la cima dell’Alpe di Succiso - 11 settembre 2016
La croce di vetta sul Casarola e, in lontananza a destra, il Monte Ventasso - 11 settembre 2016
Sul sentiero 675 che dalla Sella del Casarola, con alcuni tratti assai ripidi, scende fino alle Sorgenti del Secchia - 11 settembre 2016
La ripida discesa che si affronta sul versante sud-orientale dell’Alpe di Succiso quando si percorre il sentiero 675 tra la Sella del Casarola e le Sorgenti del Secchia - 11 settembre 2016

 

Home  /  I monti  /  Fiori di montagna  /  Panorami  /  I parchi'lemiegite'  /  Cartine  / GPSDiario escursioni  /  Webcam  /  Link  /  Contatti