Escursionismo in Liguria: le schede dei monti

HOMEPAGE ESCURSIONISMO IN LIGURIA

Cima Bertrand m. 2481 Cima Missun m. 2356

Sugli itinerari descritti l'autore ha cercato di essere preciso per quanto possibile. Tuttavia non si assume alcuna responsabilità e raccomanda la consultazione delle carte escursionistiche.
Per queste escursioni si consiglia la CARTA DEI SENTIERI E DEI RIFUGI N.8 - ALPI MARITTIME E LIGURI - ISTITUTO GEOGRAFICO CENTRALE

Gli itinerari e le cartine

PONTE SUL GIAIRETTO (Upega) (1585) – CIMA MISSUN (2356) – CIMA BERTRAND (2481)

Tempo di salita: ore 2.15 alla Cima Missun + ore 1.30 alla Cima Bertrand
Tempo totale: ore 5.45



La partenza è dall’area picnic presso il ponte della provinciale sul Rio Giairetto (1585), al confine tra le province di Cuneo e di Imperia. E’ raggiungibile in auto sia da Upega (3,5 km) sia da Monesi attraverso la Colletta delle Salse (1623).
Qui inizia una pista forestale che risale lo splendido bosco di larici delle Navette (un buon sentiero permette di tagliare alcuni tornanti). A quota 1900 mt circa si incontra la rotabile sterrata ex-militare di mezzacosta Monesi–Colle di Tenda. La si percorre in direzione nord (destra) per poche centinaia di metri fino al punto in cui interseca un evidente costone. Si abbandona la strada e si sale a sinistra lungo una traccia (non segnata) che segue il filo di questa dorsale a cavallo tra i valloni del Rio Giairetto (a sud) e del Rio Corvo (a nord). Con percorso agevole si guadagna il crinale di spartiacque Roia-Tanaro (linea di confine con la Francia) poco a sud della Colla Rossa. Qui si inconta una buona mulattiera e la si percorre in direzione sud (tacche gialle) fin sotto la Cima Missun dove si stacca un sentierino che conduce in breve alla croce di vetta (2356).
Dalla Missun si segue a ritroso la mulattiera proseguendo poi su quest’ultima fino alla Colla Rossa (2179) ai piedi della Bertrand. Da qui parte un’esile traccia (non segnata) che risale inizialmente il filo del crinale per spostarsi successivamente sull’erto versante prativo che precipita in Valle Roia. Per ripide chine erbose e roccette si raggiunge infine la vetta della Cima Bertrand (2481).
Al ritorno si prosegue in direzione nord lungo il crinale fino a raggiungere in pochi minuti la comoda mulattiera che scende sulla destra tagliando a mezzacosta tutto il versante orientale della montagna (tacche gialle) fino alla Colla Rossa. Alla Colla si imbocca sulla sinistra un sentiero (non segnato) che scende verso est. Il sentiero passa accanto ad una malga diroccata, entra nel lariceto e sbuca sulla rotabile Monesi-Colle di Tenda al Poggio del Lagone (1897). Si svolta a destra e si segue la sterrata per 1,5 km fino all’imbocco della pista forestale che riporta all’area picnic del Giairetto.


UPEGA (1291) – CIMA MISSUN (2356) – Invernale con le ciaspole

Tempo di salita: ore 3.30
Tempo totale: ore 6



L'itinerario proposto si presta moltissimo in inverno per un'escursione con le ciaspole.
Da Upega (1261) si percorre la strada innevata per la Colletta delle Salse fino al ponte sul Rio Giairetto (3,5 km): in inverno infatti la provinciale 154 non viene sgomberata dalla neve nel tratto Upega-Colletta delle Salse–Le Salse. Dal ponte sul Giairetto inizia una pista forestale che risale lo splendido bosco di larici delle Navette. A quota 1900 mt circa si incontra la rotabile ex-militare di mezzacosta Monesi–Colle di Tenda. La si percorre in direzione nord (destra) per poche centinaia di metri fino al punto in cui interseca un evidente costone. Si abbandona la strada e si sale a sinistra seguendo fedelmente il filo di questa dorsale a cavallo tra i valloni del Rio Giairetto (a sud) e del Rio Corvo (a nord). Con percorso agevole si guadagna il crinale di spartiacque Roia-Tanaro (linea di confine con la Francia) poco a sud della Colla Rossa. Una volta giunti sul crinale, lo si percorre in direzione sud tenendosi appena sotto il filo di cresta (sul versante italiano) ed in breve si perviene in vetta alla Cima Missun (2356).
Attenzione: con particolari condizioni di neve dura, negli ultimi metri di salita potrebbero rendersi necessari i ramponi.
Al ritorno, in presenza di un buono e consolidato manto nevoso, si può anche scendere direttamente verso est nel Vallone del Giairetto. Occorre in tal caso inventarsi la traccia, prima sugli aperti campi innevati sotto la cima e poi tra gli splendidi larici del vallone (qui si possono incontrare tratti di discreta pendenza anche se mai eccessiva). Al termine di questa discesa si perviene ad un bel ripiano ed in breve si sbuca sulla rotabile Monesi–Colle di Tenda proprio nel punto in cui si stacca la pista forestale che riporta al ponte sul Giairetto.


 
Le immagini
Gli ultimi larici al limitare del grande Bosco delle Navette poco sotto la cresta di confine - 30 giugno 2005
La Cima Bertrand fotografata dal crinale (linea di confine) poco a sud della Colla Rossa - 30 giugno 2005
Salendo alla Cima Bertrand: oltre la china erbosa spunta la catena delle Marittime - 30 giugno 2005
La Cima Bertrand incorniciata da un arco di tronchi - 30 giugno 2005
Paline segnaletiche alla Colla Rossa: in alto la Cima Bertrand - 30 giugno 2005
La Colla Rossa: come risulta evidente nella foto il nome è dovuto alla particolare colorazione della roccia - 30 giugno 2005
Rododendri e larici tra la Cima Bertrand e la Cima Missun - 30 giugno 2005
Rododendri ancora in fiore poco sotto la Colla Rossa: in alto la Cima Bertrand - 30 giugno 2005
Panorama dalla Cima Bertrand verso le Alpi Marittime - 30 giugno 2005
Larici e cespugli di rododendro sul crinale tra la Bertrand e la Cima Missun - 30 giugno 2005
La croce in vetta alla Cima Missun - 30 giugno 2005
La Cima Bertrand (a sinistra dell'immagine) dal Saccarello. A destra della Cima Bertrand troviamo il Marguareis, Cima delle Saline e Mongioie - 4 aprile 2009
La cima Bertrand da Cima Pian Ballaur - 2 giugno 2009
La Colletta delle Salse, sulla provinciale Upega - Monesi - 31 marzo 2010
Il ponte sul Rio Giairetto dove si trova l'area pic-nic, base di partenza per salire alle Cime Bertrand e Missun - 31 marzo 2010
La carrareccia che dall'area pic-nic sale attraverso il bellissimo bosco di larici delle Navette alla strada militare di mezzacosta Monesi - Colle di Tenda - 31 marzo 2010
Il Rio Giairetto e il bosco delle Navette - 31 marzo 2010
La carrareccia nel bosco delle Navette - 31 marzo 2010
Salendo nel bosco si intravede la Cima Missun - 31 marzo 2010
Panorama verso il Marguareis, la Cima Pian Ballaur e la Cima delle Saline - 31 marzo 2010
Sul costone che s'innalza tra i valloni del Rio Giairetto e del Rio Corvo - 31 marzo 2010
Superata la Monesi - Colle di Tenda, si sale lungo l'evidente dorsale che si salda alla cresta di confine a sud di Colla Rossa - 31 marzo 2010
La dorsale si allarga in prossimità del crinale - 31 marzo 2010
La Cima Bertrand e la Colla Rossa - 31 marzo 2010
Panorama verso est dalla cresta di confine - 31 marzo 2010
La Cima Missun è ormai vicina - 31 marzo 2010
La Bertrand dalla Cima Missun - 31 marzo 2010
La croce della Missun e gli sci da alpinismo che hanno lasciato la traccia lungo tutta la salita - 31 marzo 2010
La dorsale Frontè - Saccarello dalla Cima Missun - 31 marzo 2010
La Cima Bertrand con il dirupato versante occidentale che precipita in valle Roia - 31 marzo 2010
Scendendo direttamente nel vallone del Rio Giairetto - 31 marzo 2010
Dopo una divertente discesa tra i larici si giunge a questa bella radura appena sopra la Monesi - Colle di Tenda - 31 marzo 2010
Uno sguardo all'indietro per vedere il crinale, ormai alto, da dove si è scesi - 31 marzo 2010
La strada militare di mezzacosta in corrispondenza del ponte sul Giairetto - 31 marzo 2010
La Monesi - Colle di Tenda con il ponte sul Rio Giairetto - 31 marzo 2010
Appena a nord del ponte, si stacca la carrareccia percorsa all'andata che riconduce all'area pic-nic - 31 marzo 2010
Il bosco delle Navette sopra l'area pic-nic - 31 marzo 2010
La Cima Missun fotografata dalla provinciale che dalla Colletta delle Salse scende verso Piaggia e Monesi - 31 marzo 2010
La provinciale che da Upega sale alla Colletta delle Salse immersa nel bellissimo bosco di larici delle Navette. In inverno la strada non viene sgomberata dalla neve e diventa quindi un percorso ideale per ciaspolatori e scialpinisti - 25 febbraio 2011
Nel bosco delle Navette sopra l'area pic-nic del Giairetto - 25 febbraio 2011
La Cima Missun si innalza sopra la grande distesa di larici - 25 febbraio 2011
Fotografia scattata dal ciglio della strada militare Monesi - Limone: in alto la cresta di confine - 25 febbraio 2011
Traccia di scialpinisti poco sopra la strada militare Monesi - Limone - 25 febbraio 2011
Oltre i 2000 metri di quota i larici si diradano: sullo fondo il Mongioie ed il Pizzo d'Ormea - 25 febbraio 2011
Tracce di scialpinisti parzialmente ricoperte da una spolverata di neve sul versante orientale della Missun - 25 febbraio 2011
Le ampie distese innevate sopra il bosco delle Navette: in alto la Cima Missun - 25 febbraio 2011
Panorama verso le Marittime dalla cresta di confine poco sotto la Missun - 25 febbraio 2011
Sulla cresta di confine poco sotto la Missun - 25 febbraio 2011
Panorama verso sud dalla Cima Missun: in fondo a sinistra il Saccarello - 25 febbraio 2011
Panorama verso la conca di Monesi: a sinistra il Monte Frontè - 25 febbraio 2011
In vetta alla Missun - 25 febbraio 2011
Panorama verso nord dalla Missun: al centro si distingue la Cima della Fascia - 25 febbraio 2011
Il Mongioie ed il Bric di Conoia fotografati dalla Cima Missun - 25 febbraio 2011
La strada militare Monesi - Limone al ponte del Corvo - 25 febbraio 2011
La strada militare Monesi - Limone al ponte del Corvo - 25 febbraio 2011
Poggio del Lagone: in questa foto si può ammirare tutta la bellezza di questo angolo appartato delle Alpi Liguri. In alto la Cima Missun e sotto la grande foresta di larici, un tempo riserva di legname pregiato con cui la Repubblica di Genova costruiva navi e imbarcazioni: da qui il nome di bosco delle Navette - 25 febbraio 2011
Le Case dei Cacciatori, poste in un bel ripiano poco a nord del Poggio Lagone - 25 febbraio 2011
Le Case dei Cacciatori, poste in un bel ripiano poco a nord del Poggio Lagone - 25 febbraio 2011
L'antica chiesetta della Madonna della Neve (XIII secolo) poco sopra Upega. In alto a sinistra la Cima Pertega - 25 febbraio 2011
Questa è Upega, caratteristico paesino di montagna con le case in pietra addossate l'una all'altra, uno dei centri della cultura brigasca in Italia. Fino al 1947 era una frazione di Briga Marittima. Dopo la dolorosa cessione di Briga e di Tenda alla Francia e l'arretramento della frontiera dalle Gole di Paganin alla linea di cresta, i territori brigaschi dell'alto corso del Tanaro si costituirono nel piccolo comune di Briga Alta mentre i borghi di Realdo e Verdeggia in alta valle Argentina furono aggregati a Triora. Briga Alta non esiste come paese in sè ma è formato dalle tre frazioni di Piaggia (sede municipale), Upega e Carnino. Nel periodo invernale Upega e Carnino rimangono isolate da Piaggia poichè la strada provinciale non viene sgomberata dalla neve nel tratto Upega - Colletta delle Salse - Le Salse - 25 febbraio 2011
La pista forestale che collega l'area picnic del Giairetto alla rotabile ex-militare Monesi-Limone - 18 agosto 2011
La rotabile ex-militare Monesi-Limone nei pressi del ponte sul Rio Giairetto: in questo punto arriva la pista forestale che sale dall'area picnic del Giairetto - 18 agosto 2011
Il Bosco delle Navette e la Cima Missun fotografati dal Poggio Lagone - 18 agosto 2011
Il Poggio Lagone: da qui parte la traccia che sale alla Colla Rossa - 18 agosto 2011
La Cima Missun fotografata dal sentiero che dal Poggio Lagone sale alla Colla Rossa - 18 agosto 2011
La Cima Bertrand vista da poco sotto la Colla Rossa - 18 agosto 2011
La Bertrand fotografata dalla mulattiera che ne taglia a mezzacosta il versante orientale - 18 agosto 2011
Salendo lungo la mulattiera che, dopo aver tagliato a mezzacosta il versante est della Bertrand, guadagna il crinale (linea di confine) poco a nord della vetta - 18 agosto 2011
Panorama verso il Marguareis e le Saline dalla mulattiera che taglia a mezzacosta il versante orientale della Cima Bertrand - 18 agosto 2011
Il punto in cui la mulattiera proveniente dalla Colla Rossa sbuca sul crinale (linea di confine) dopo aver tagliato a mezzacosta tutto il versante est della Bertrand - 18 agosto 2011
Sul crinale di spartiacque Roia-Tanaro poco a nord della Cima Bertrand - 18 agosto 2011
Sul crinale di spartiacque (confine con la Francia) poco a nord della Bertrand: panorama sulla Valle Roia e sulle Alpi Marittime - 18 agosto 2011
Panorama verso sud dalla vetta della Bertrand: sullo sfondo, dietro la Cima Missun, si riconosce il nodo montuoso Frontè-Saccarello - 18 agosto 2011
La Valle Roia vista dalla Cima Bertrand: in basso si riconosce l'abitato di Tenda - 18 agosto 2011
La croce in vetta alla Bertrand - 18 agosto 2011
Lungo la mulattiera che costeggia il versante orientale della Bertrand: sullo sfondo la Cima Missun - 18 agosto 2011
La Cima Bertrand fotografata da poco sotto la Colla Rossa - 18 agosto 2011
All'interno del magnifico Bosco delle Navette: sullo sfondo la Missun - 18 agosto 2011
La rotabile ex-militare Monesi-Limone al ponte sul Rio Corvo, poco prima di giungere al Poggio Lagone - 18 agosto 2011
Lo splendido Bosco delle Navette e la Cima Missun fotografati dalla Monesi-Limone - 18 agosto 2011
La pista forestale che collega l'area picnic del Giairetto alla strada ex-militare Monesi-Limone - 18 agosto 2011
L'area picnic del Giairetto presso il ponte della provinciale sull'omonimo rio. Si trova al confine tra le province di Cuneo e di Imperia, appena sotto la Colletta delle Salse, e dista da Upega 3,8 km. Dall'area picnic parte una pista forestale che sale nel Bosco delle Navette e raggiunge la rotabile ex-militare Monesi-Limone - 18 agosto 2011
Lo splendido Bosco delle Navette nella sua veste autunnale: nella foto la stradina sterrata che sale dall'area picnic del Giairetto - 16 ottobre 2011
La rotabile ex-militare Monesi-Colle di Tenda nei pressi del ponte sul Rio Giairetto - 16 ottobre 2011
La Cima Missun ammantata da una distesa di larici multicolori - 16 ottobre 2011
Il costone che si erge tra i valloni del Rio Giairetto (a sud) e del Rio Corvo (a nord). Il costone si salda al crinale di spartiacque Roia-Tanaro (linea di confine) poco a sud della Colla Rossa - 16 ottobre 2011
Poco sotto la cresta di confine nei pressi della Colla Rossa - 16 ottobre 2011
Paline segnaletiche alla Colla Rossa: in alto la Cima Bertrand - 16 ottobre 2011
I dolci declivi sul versante est della displuviale Roia-Tanaro nei pressi della Colla Rossa - 16 ottobre 2011
Salendo alla Bertrand lungo il suo crestone meridionale: vista sullo scosceso versante ovest e sull'alta Valle Roia - 16 ottobre 2011
Salendo alla Bertrand lungo il suo crestone meridionale: sullo sfondo il Marguareis, la Ballaur e le Saline - 16 ottobre 2011
Salendo alla Bertrand lungo il suo crestone meridionale: in alto a sinistra la croce di vetta - 16 ottobre 2011
La croce in cima alla Bertrand: sullo sfondo la catena delle Marittime - 16 ottobre 2011
Veduta aerea dalla cresta della Bertrand poco a sud della vetta: in basso si riconosce la mulattiera ex-militare proveniente dalla Colla Rossa che risale a mezzacosta tutto il versante orientale della montagna e che guadagna il crinale alcune centinaia di metri a nord della cima - 16 ottobre 2011
Il crinale di spartiacque Roia-Tanaro (confine Italia-Francia) dalla Cima Bertrand - 16 ottobre 2011
La grande foresta di larici delle Navette con i colori pastellati dell'autunno: in alto la Cima Missun - 16 ottobre 2011
Scendendo lungo il costone tra i valloni del Rio Giairetto (a sud) e del Rio Corvo (a nord) - 16 ottobre 2011
L'area picnic del Giairetto, 3,5 km sopra il caratteristico villaggio di Upega: da qui parte la pista forestale che sale fino a raggiungere la rotabile sterrata Monesi-Colle di Tenda - 16 ottobre 2011
Panorama dalla Cima Missun verso sud: dietro il Redentore e sopra un mare sterminato di nubi si distingue nitido il profilo montuoso della Corsica - 22 gennaio 2012
La croce in vetta alla Missun - 22 gennaio 2012
La Bertrand fotografata dalla Colla Rossa - 22 gennaio 2012
Il versante orientale della Bertrand dalla malga diroccata poco sotto la Colla Rossa - 22 gennaio 2012
Scendendo dalla Colla Rossa verso il Poggio Lagone - 22 gennaio 2012
La Cima Missun fotografata da poco sopra il Poggio Lagone - 22 gennaio 2012
La Monesi-Limone al Poggio Lagone. In alto a sinistra la Cima Missun - 22 gennaio 2012
Lastroni di neve ghiacciata sulla Monesi-Limone al Poggio Lagone - 22 gennaio 2012
La rotabile ex-militare Monesi-Limone al Ponte del Corvo - 22 gennaio 2012
Lo splendido Bosco delle Navette in veste invernale ... ma senza neve - 22 gennaio 2012
Salendo lungo la dorsale a cavallo tra i valloni del Giairetto e del Corvo poco sopra la Monesi-Limone - 14 agosto 2012
Sul versante est della Cima Bertrand poco sopra la Colla Rossa - 14 agosto 2012
La mulattiera che taglia a mezzacosta il versante orientale della Bertrand e che raggiunge il crinale poco a nord della vetta - 14 agosto 2012
Sul crinale di spartiacque Tanaro-Roia (confine Italia-Francia) poco a nord della Cima Bertrand - 14 agosto 2012
La Cima Bertrand vista da poco sotto la Colla Rossa - 14 agosto 2012
Mucche in fila indiana scendono dal Poggio Lagone e si dirigono verso l'abbeveratoio - 14 agosto 2012
Scendendo lungo la dorsale tra il Rio Corvo e il Rio Giairetto sotto la strada Monesi-Limone - 14 agosto 2012
Partenza all'alba da Upega, caratteristico villaggio di montagna situato nell'alta Valle Tanaro - 23 dicembre 2012
Il Bosco delle Navette nel Vallone del Giairetto, poco sopra la rotabile ex-militare Monesi-Limone - 23 dicembre 2012
In vetta alla Cima Missun sotto un cielo livido - 23 dicembre 2012
Il Monte Frontè (al centro della foto) visto dalla Cima Missun - 23 dicembre 2012
Scorcio caratteristico di Upega, con le case in pietra addossate l'una all'altra - 23 dicembre 2012
La Cima Missun fotografata da nord dalla cresta di confine: sullo sfondo il mare - 3 gennaio 2013
La Cima Bertrand vista da sud dalla cresta di confine - 3 gennaio 2013
Panorama dalla Cima Missun verso il mare: in evidenza la dorsale di spartiacque Roia-Tanaro fino al Monte Saccarello - 3 gennaio 2013
La Bertrand vista dalla Missun: sullo sfondo a destra la Cima della Fascia - 3 gennaio 2013
Panorama dalla Cima Missun: da sinistra a destra il Mongioie, il Bocchino dell’Aseo, la Cima Revelli, il Monte Rotondo, il Bric di Conoia e il Pizzo d’Ormea - 3 gennaio 2013
Panorama dalla Cima Missun verso est: in basso a sinistra la valle del torrente Negrone, a destra quella del Tanarello. La confluenza di questi due corsi d’acqua (circa 4 km a ovest di Ponte Nava) origina il fiume Tanaro - 3 gennaio 2013
Ampie distese innevate sulla displuviale Roia-Tanaro poco a sud della Colla Rossa - 3 gennaio 2013
Scendendo dalla Colla Rossa al Poggio Lagone attraverso bianche distese immacolate - 3 gennaio 2013
Il bel ripiano delle Case dei Cacciatori nelle vicinanze del Poggio Lagone - 3 gennaio 2013
L’antica Cappella della Madonna della Neve (risalente al XIII secolo) poco sopra Upega: qui parte l’itinerario per le Case Cacciatori e la Colla Rossa - 12 maggio 2013
Le Case Cacciatori situate in una pittoresca radura tra larici e abeti: in alto la Cima Bertrand - 12 maggio 2013
Panorama dalla Bertrand verso la Cima della Fascia: sullo sfondo il Monviso - 12 maggio 2013
La croce e il cippo di confine sulla Cima Bertrand - 12 maggio 2013
Il versante nord-orientale della Cima Bertrand ancora coperto di neve - 12 maggio 2013
La Cappella della Madonna della Neve e alcune baite poco sopra Upega: in alto la Cima di Pertegà - 12 maggio 2013
La Cima Bertrand vista dalla rotabile ex-militare nel tratto tra il Poggio Lagone e il Colle di Selle Vecchie - 22 agosto 2013
La mulattiera ex-militare poco sopra il Colle di Selle Vecchie: in alto a destra la Cima Bertrand; sullo sfondo al centro la Missun - 22 agosto 2013
L’ampio vallone che dal Colle di Selle Vecchie scende verso Upega - 22 agosto 2013
Sul costone che separa i valloni del Rio Giairetto e del Rio Corvo poco sopra la rotabile ex-militare - 6 gennaio 2014
Sul crinale di spartiacque Tanaro-Roia (Confine di Stato) verso la Cima Missun - 6 gennaio 2014
La ripida rampa finale che conduce in vetta alla Missun - 6 gennaio 2014
Il mare dorato, visto dalla Cima Missun, con la Corsica all'orizzonte - 6 gennaio 2014
La Cima Bertrand vista dalle pendici settentrionali della Missun - 6 gennaio 2014
La provinciale Upega-Monesi nei pressi dell'area picnic del Giairetto - 6 gennaio 2014
La Cima Missun, bianca di neve, vista dalla rotabile ex-militare Monesi-Limone nei pressi del costone tra i valloni del Giairetto e del Corvo - 23 novembre 2014
Salendo su neve dura verso il crinale di spartiacque Tanaro-Roia (Confine di Stato) - 23 novembre 2014
Il crestone meridionale della Cima Bertrand e, in basso, l’ampia spianata della Colla Rossa - 23 novembre 2014
La Cima di Pertegà fotografata dal Colle delle Selle Vecchie: è aggirata a ovest (versante della Roia) dalla mulattiera detta “strada cannoniera napoleonica” e a est (versante del Tanaro) dalla rotabile militare Monesi-Limone - 8 ottobre 2015
Sulla “cannoniera napoleonica” al Colle del Vescovo: dietro la Cima di Pertegà spunta il Marguareis innevato - 8 ottobre 2015
Salendo alla Cima Bertrand dal Colle delle Selle Vecchie: in basso il Colle del Vescovo e, sullo sfondo, il Marguareis - 8 ottobre 2015
Sulla mulattiera militare (o “cannoniera napoleonica”) tra Cima di Velega (al centro in primo piano) e Cima Bertrand - 8 ottobre 2015
La croce in ferro posta sulla vetta della Bertrand - 8 ottobre 2015
Scendendo dalla Cima Bertrand verso la Colla Rossa lungo lo scosceso crestone meridionale (difficoltà EE) - 8 ottobre 2015
Sul sentiero tra la Colla Rossa e il Poggio Lagone, nello splendido lariceto delle Navette con i primi colori dell’autunno - 8 ottobre 2015
La strada militare Monesi-Limone al Poggio Lagone: sulla destra si stacca la diramazione che conduce alle Case Cacciatori - 8 ottobre 2015
Baite d’alpeggio ai margini del Bosco delle Navette, appena sopra Upega; in alto a sinistra l’antica Chiesetta della Madonna delle Neve risalente al XIII secolo - 8 ottobre 2015
Salendo da Upega verso il Colle delle Selle Vecchie: la Cima Bertrand (a sinistra) e la Cima di Velega (a destra) viste dai ruderi delle Case Nivorina - 29 ottobre 2016
Sulla "strada cannoniera napoleonica" poco sopra il Colle delle Selle Vecchie: in primo piano, a nord del colle, la Cima di Pertegà - 29 ottobre 2016
Salendo dal Colle delle Selle Vecchie verso la Bertrand: il Monviso e la Fascia (a destra) visti dalla Cima di Velega - 29 ottobre 2016
Sulla "strada cannoniera" tra la Cima di Velega e la Bertrand - 29 ottobre 2016
Scendendo dalla Bertrand verso la Colla Rossa sulla "strada cannoniera" - 29 ottobre 2016
L'aspro versante orientale della Bertrand visto dalla "Cannoniera" poco sopra la Colla Rossa - 29 ottobre 2016
I larici "incendiati" dai colori dell'autunno al Poggio Lagone - 29 ottobre 2016
I magnifici colori autunnali del Bosco delle Navette fanno da cornice alla Cima Bertrand - 29 ottobre 2016
L'amena radura delle Case Cacciatori che si incontra nella discesa dal Poggio Lagone a Upega - 29 ottobre 2016
Salendo da Upega verso il Colle delle Selle Vecchie: il bellissimo bosco di larici sopra i ruderi delle Case Nivorina - 13 ottobre 2017
Il Colle del Vescovo (crinale di spartiacque Tanaro-Roia) visto dalla mulattiera che da Upega porta alle Selle Vecchie - 13 ottobre 2017
La strada ex militare Monesi-Limone al Colle delle Selle Vecchie, alle pendici meridionali del Pertegà - 13 ottobre 2017
Salendo dal Giaretto verso la strada militare Monesi-Limone - 21 aprile 2018
La Missun vista dalla strada militare presso il costone tra i valloni del Giairetto (nella foto) e del Rio Corvo - 21 aprile 2018
Risalendo il costone tra i valloni del Rio Giairetto e del Rio Corvo - 21 aprile 2018
In marcia verso la Missun su splendida neve primaverile - 21 aprile 2018
Cornici sulla dorsale di spartiacque Tanaro-Roia (confine Italia-Francia) - 21 aprile 2018
Il Frontè (in fondo a sinistra) e il Saccarello (a destra) fotografati dalla Cima Missun - 21 aprile 2018
La cresta di spartiacque Tanaro-Roia tra la Missun e la Cima Bertrand (in fondo al centro) - 21 aprile 2018
La strada militare Monesi-Limone presso il bivio con la pista forestale che sale dall’area picnic del Giairetto - 21 aprile 2018
Il Rio Giairetto presso l’area picnic e il ponte della provinciale - 21 aprile 2018

 

Home  /  I monti  /  Fiori di montagna  /  Panorami  /  I parchi'lemiegite'  /  Cartine  / GPSDiario escursioni  /  Webcam  /  Link  /  Contatti