Escursionismo in Liguria: le schede dei monti

HOMEPAGE ESCURSIONISMO IN LIGURIA

Reixa m. 1183 Rocca Vaccaria m. 1167

Sugli itinerari descritti l'autore ha cercato di essere preciso per quanto possibile. Tuttavia non si assume alcuna responsabilità e raccomanda la consultazione delle carte escursionistiche.
Per queste escursioni si consiglia la CARTA DEI SENTIERI E DEI RIFUGI N.16 - GENOVA VARAZZE OVADA - ISTITUTO GEOGRAFICO CENTRALE


Gli itinerari e le cartine

ARENZANO (15) - MONTE REIXA (1183)

Tempo di salita: ore 3.30
Tempo totale: ore 7
Segnavia: due pallini rossi da Arenzano al Passo della Gava; X rossa dal Passo della Gava al Monte Reixa; quadrato rosso vuoto dal Monte Reixa al Passo del Faiallo; due pallini rossi dal Passo del Faiallo ad Arenzano



Salita: partenza dalla stazione ferroviaria (15) - Via Terralba - Via Inipreti - località Gasca - Pian del Curlo (292) - Prato Liseu (590) - Passo della Gavetta (702) – pendici ovest Monte Tardia - Passo della Gava (752) - pendici sud-est Monte Reixa - Monte Reixa (1183)
Discesa: Monte Reixa (1183) - pendici nord Monte Reixa - Passo del Faiallo (1061) - pendici est Cima Faiallo e Monte Reixa - sorgenti Rio Malanotte - pendici est Bric Saiardo - Passo della Gava (752) - Passo della Gavetta (702) - Pian del Curlo (292) - stazione di Arenzano (15)

Variante: durante la salita è possibile passare dal pittoresco riparo Scarpeggin costruito a ridosso di un grande masso; per raggiungerlo occorre deviare a destra in località Seixa (sopra Pian del Curlo) e seguire la A rossa in campo bianco; dallo Scarpeggin si sale poi per sentiero al Passo della Gavetta (A rossa e successivamente V bianca) dove ci si raccorda con l'itinerario normale


VOLTRI (5) - MONTE REIXA (1183)

Tempo di salita: ore 4
Tempo totale: ore 7
Segnavia: X rossa da Voltri al Monte Reixa; quadrato rosso vuoto dal Monte Reixa al Passo del Faiallo; due pallini rossi dal Passo del Faiallo al Passo della Gava; X rossa dal Passo della Gava a Voltri



Salita: partenza dalla scalinata per Crevari (5) - Crevari - Campenave - pendici est e nord Monte Pennone - ex Casa del Dazio - pendici sud Monte Tardia di Levante - Passo Tardia (870) - Passo della Gava (752) - pendici sud-est Monte Reixa - Monte Reixa (1183)
Discesa: Monte Reixa (1183) - pendici nord Monte Reixa - Passo del Faiallo (1061) - pendici est Cima Faiallo e Monte Reixa - sorgenti Rio Malanotte - pendici est Bric Saiardo - Passo della Gava (752) - Passo Tardia (870) - ex Casa del Dazio - Campenave - Crevari - Voltri (5)


FABBRICHE (119) - SAMBUCO (387) - MONTE REIXA (1183)

Tempo di salita: ore 3.30
Tempo totale: ore 6.30
Segnavia: quadrato rosso vuoto



Partenza dalla fermata AMT (119) - Ponte sul Torrente Cerusa (108) - Case Bruxinetti (155) - Ponte sul Rio della Gava - Sambuco (385) - Bellabocca - pendici est e sud Bric Riondo e Bric Malanotte - pendici est Monte Reixa e Cima Faiallo - Passo del Faiallo (1061) - pendici nord Monte Reixa - Monte Reixa (1183)


 
Le immagini
Vecchie case in località Brescia di Vara Inferiore. In primo piano un nespolo selvatico in fiore - 8 maggio 2004
Tipica casa della Valle dell'Orba (località Brescia di Vara Inferiore) - 6 gennaio 2006
Salendo da Vara Inferiore verso la Rocca Vaccaria e il Monte Reixa dopo una nevicata - 27 dicembre 2007
Il mare dalla sommità del Monte Reixa - 27 dicembre 2007
La Madonnina sulla Rocca Vaccaria vestita di galaverna - 27 dicembre 2007
In vetta al Monte Reixa - 27 dicembre 2007
La croce del Reixa ricoperta di galaverna. A fianco c'è una Madonnina e nell'incavo della roccia un minuscolo presepe - 27 dicembre 2007
La Madonnina della Rocca Vaccaria sull'Alta Via: sullo sfondo la pianura e le Alpi - 27 dicembre 2007
Il Reixa fotografato dall'alta Valle d'Orba - 2 marzo 2008
Vista su Arenzano dal riparo Scarpeggin - 29 ottobre 2009
La Cà della Gava (Rifugio Vallarino) appena sotto il Passo della Gava - 29 ottobre 2009
Panorama dal Faiallo verso il Bric del Dente - 29 ottobre 2009
I fianchi spogli e scoscesi che dal Faiallo scendono verso il mare. Pochi alberi, erba bruciata dall'autunno e rocce affioranti. 29 ottobre 2009
Il Rio Malanotte ha scavato un profondo solco: il sentiero Gava-Faiallo passa ai piedi di queste rocce - 29 ottobre 2009
Il Rifugio Gilwell, chiamato anche Cascina Saiardo, poco sopra il sentiero che dal Passo della Gava sale al Faiallo - 29 ottobre 2009
Il Passo Tardia lungo l'itinerario che da Voltri sale al Monte Reixa - 29 ottobre 2009
La mattonata che attraversa l'abitato di Crevari, a picco sul mare sopra Voltri - 29 ottobre 2009
Il sentiero che dal riparo Scarpeggin porta al Passo della Gavetta - 11 marzo 2010
Il panorama verso il mare di Arenzano dal riparo Scarpeggin - 11 marzo 2010
Il Passo della Gavetta - 11 marzo 2010
Paesaggio imbiancato tra la Gavetta e il Passo della Gava - 11 marzo 2010
La Cà de Gava presso l'omonimo passo - 11 marzo 2010
La neve ricopre il sentiero di mezzacosta tra il Passo della Gava e il Rifugio Argentea - 11 marzo 2010
Il mare dal sentiero tra la Gava e il Rifugio Argentea - 11 marzo 2010
Ambiente incantato sul sentiero tra la Gava e il Rifugio Argentea - 11 marzo 2010
Panorama dalla Rocca Vaccaria verso il Beigua - 16 maggio 2010
La Madonnina sulla Rocca Vaccaria guarda il mare. Alle sue spalle si indovinano la pianura e la cerchia delle Alpi. Più vicini, sulla destra, il Dente e il Tobbio - 16 maggio 2010
La costa fino a Capo Noli dalla Rocca Vaccaria - 16 maggio 2010
Bellissimo bosco di faggi tra il Passo del Faiallo e Vara Superiore (cerchio giallo e due croci gialle) - 16 maggio 2010
Case in località Brescia (tra Vara Superiore e Vara Inferiore) - 16 maggio 2010
Il Reixa salendo da Sambuco (foto di Marco Varesi) - 22 maggio 2010
In vetta al Reixa: sullo sfondo Genova (foto di Marco Varesi) - 22 maggio 2010
Paesaggio lunare sul versante orientale del Monte Reixa (foto di Marco Varesi) - 22 maggio 2010
Panorama verso Genova dalla vetta del Monte Reixa (foto di Marco Varesi) - 22 maggio 2010
Il Reixa fotografato dal sentiero fiorito di erica ai piedi del Bric del Dente. Al centro dell'immagine si può osservare l'evidente solco scavato nell'aspro versante orientale del Reixa dal Rio Malanotte - 31 agosto 2010
Dal riparo Scarpeggin il sentiero prosegue verso il Passo della Gavetta dove si raccorda nuovamente con l'itinerario che sale da Arenzano (due pallini rossi) - 19 novembre 2010
Al Passo della Gavetta - 19 novembre 2010
Al Passo della Gava: da qui partono gli itinerari per il Faiallo (due pallini rossi), per il Reixa (X rossa) e per l'Argentea (tre pallini rossi) - 19 novembre 2010
Sul sentiero che dal Passo della Gava sale al Monte Reixa - 19 novembre 2010
Il solco sulla roccia verde, tipica di questa zona (serpentinite), lasciato dai pattini delle slitte che trasportavano il legname verso il mare. Questo antico sentiero scende dal Faiallo fino a Voltri ed era una delle Vie del Legno - 19 novembre 2010
Cascata del Rio Malanotte sopra il sentiero che dalla Gava sale al Passo del Faiallo - 19 novembre 2010
Il Rifugio Gilwell situato poco sopra il Passo della Gava. Costruito nella seconda metà del 1800 per la fienagione e per il pascolo, restò poi abbandonato fino al 1973 quando venne scoperto da una squadriglia di scouts che cercava riparo dalle intemperie. Venne restaurato e al nome originario di Saiardo venne aggiunto il nome di Gilwell, in ricordo del casato del fondatore dello scoutismo Robert Baden Powell - 19 novembre 2010
Il Monte Tardia di Ponente e, in basso a destra, il Passo della Gava - 19 novembre 2010
Panorama dal Passo Tardia verso la costa - 19 novembre 2010
Il Monte Pennone si protende verso il mare (la foto è stata scattata dalle pendici del Monte Tardia di Levante) - 19 novembre 2010
La ex-casermetta del dazio ubicata tra Campenave ed il Passo Tardia - 19 novembre 2010
Le ripide chine erbose sul versante orientale del Monte Reixa - 23 ottobre 2011
La dorsale che dal Passo della Gava sale al Monte Reixa: al centro della foto si riconosce il Rifugio Gilwell - 23 ottobre 2011
La chiesa di Sambuco sovrastata dal contrafforte del Monte Malanotte - 23 ottobre 2011
Salendo da Sambuco verso il Passo del Faiallo lungo il contrafforte del Monte Malanotte - 23 ottobre 2011
Il bel paesino di Sambuco incorniciato in un paesaggio dall'aspetto alpestre - 23 ottobre 2011
I prati sopra Sambuco lungo l'itinerario che sale al Passo del Faiallo e al Monte Reixa - 23 ottobre 2011
Salendo da Sambuco verso il Passo del Faiallo lungo il contrafforte del Monte Malanotte - 23 ottobre 2011
Lungo l'itinerario che dal paesino di Sambuco conduce al Faiallo e al Monte Reixa - 23 ottobre 2011
L'aspro versante orientale del Monte Reixa attraversato a mezzacosta dal sentiero che dalla Gava sale al Passo del Faiallo - 23 ottobre 2011
Paline segnaletiche al raccordo del sentiero proveniente da Sambuco con la mulattiera Gava-Faiallo - 23 ottobre 2011
Il Monte Malanotte fotografato dalle pendici orientali del Monte Reixa: tra i prati serpeggia il sentiero che sale da Sambuco - 23 ottobre 2011
La costiera del Monte Malanotte che scende fino a Sambuco - 23 ottobre 2011
La Madonnina e la croce in vetta al Reixa - 23 ottobre 2011
Panorama verso ovest dalla cima del Reixa: in primo piano la Rocca Vaccaria - 23 ottobre 2011
Le Case Tassara all'ombra della faggeta nel versante nord del Reixa - 23 ottobre 2011
Il pittoresco riparo Scarpeggin costruito a ridosso di un grande masso: per raggiungerlo occorre deviare a destra, in località Seixa sopra Pian del Curlo, dall'itinerario Arenzano-Passo del Faiallo e seguire la A rossa in campo bianco; dallo Scarpeggin si sale poi per sentiero al Passo della Gavetta dove ci si raccorda con l'itinerario principale - 10 novembre 2011
Il riparo Scarpeggin - 10 novembre 2011
La Cà da Gava (immediatamente sotto il Passo della Gava) ed il nuovissimo Crocifisso col tettuccio in legno - 10 novembre 2011
Sull'Alta Via tra la Rocca Vaccaria e la Cima Pian di Lerca - 10 novembre 2011
Al Passo della Gavetta - 5 aprile 2012
La Val Lerone vista dal Passo della Gava - 5 aprile 2012
La Cà da Gava poco sotto l'omonimo passo: fu costruita agli inizi del '900 come riparo per le famiglie che salivano per la fienagione estiva - 5 aprile 2012
Panorama su Genova dal Monte Reixa - 5 aprile 2012
Il Monte Tardia (di Levante e di Ponente) fotografato dalla sommità del Reixa - 5 aprile 2012
Al Passo della Gava: in primo piano il Monte Tardia di Ponente - 5 aprile 2012
Scorcio panoramico di Arenzano in una luminosa giornata primaverile - 5 aprile 2012
Panorama sul Golfo di Genova dalle alture di Arenzano - 5 aprile 2012
Scendendo verso Arenzano lungo l'itinerario contrassegnato da due pallini rossi - 5 aprile 2012
La cittadina di Arenzano si affaccia su uno splendido mare azzurro - 5 aprile 2012
Il rifugetto "Ai belli venti" che si incontra percorrendo l'itinerario segnato con tre pallini rossi Passo della Gavetta-Monte Tardia di Ponente - 21 aprile 2012
Il piccolo riparo "Ai belli venti" situato sulla Rocca dell'Erxu (anticima sud del Monte Tardia di Ponente) a 895 metri di quota - 21 aprile 2012
La croce sulla vetta del Monte Tardia di Ponente - 21 aprile 2012
Salendo dal Passo della Gava al Faiallo nell'aspro e suggestivo Vallone del Rio Malanotte - 21 aprile 2012
La Madonnina in vetta alla Rocca Vaccaria. In basso a sinistra il Passo del Faiallo con il rinnovato ristorante-albergo "La nuvola sul mare" - 8 agosto 2012
Le prime luci dell'alba sull'Alta Via: scorcio panoramico verso Genova dalla cima del Monte Reixa - 27 agosto 2012
Il Golfo di Savona visto dal crinale tra il Reixa e la Rocca Vaccaria - 27 agosto 2012
Panorama verso occidente dalla Rocca Vaccaria - 27 agosto 2012
Salendo dal Pian del Curlo verso il riparo Scarpeggin: in alto la Rocca dell’Erxu, anticima meridionale del Monte Tardia - 31 dicembre 2012
Il pittoresco riparo Scarpeggin costruito a ridosso di un grande masso - 31 dicembre 2012
Il Monte Reixa visto dal Passo della Gavetta - 31 dicembre 2012
Salendo dal Passo della Gavetta verso la Rocca dell’Erxu e il Monte Tardia di Ponente - 31 dicembre 2012
Il minuscolo riparo "Ai belli venti" situato sulla Rocca dell'Erxu - 31 dicembre 2012
Sulla dorsale tra la Rocca dell’Erxu e il Monte Tardia di Ponente (al centro della foto) - 31 dicembre 2012
La croce in vetta al Monte Tardia di Ponente - 31 dicembre 2012
La dorsale che dal Monte Tardia di Ponente scende verso Crevari: a sinistra il Passo Tardia e il Monte Tardia di Levante; in basso a destra il Monte Pennone - 31 dicembre 2012
Il riparo Cà de Gava situato a ridosso del Passo della Gava con splendida vista sul mare - 31 dicembre 2012
Salendo lungo l’itinerario Voltri-Monte Reixa (segnavia X rossa): in alto la ex Casa del Dazio e, a sinistra, il Monte Tardia di Levante - 28 novembre 2013
Salendo dal Passo Tardia al Monte Tardia di Ponente: sullo sfondo Genova - 28 novembre 2013
La croce di vetta sul Tardia di Ponente: in alto il Monte Reixa - 28 novembre 2013
Sulla dorsale tra il Monte Tardia di Ponente e la Rocca dell’Erxu (foto di Claudio Bertolini) - 28 novembre 2013
Salendo al Rifugio Gilwell, chiamato anche Cascina Saiardo, situato poco sopra la mulattiera che dal Passo della Gava conduce al Faiallo - 28 novembre 2013
Il Rifugio Gilwell alle pendici sud-orientali del Monte Reixa: costruito nella seconda metà del 1800 per la fienagione e per il pascolo, restò poi abbandonato fino al 1973 quando venne utilizzato (e in seguito restaurato) da un gruppo di scouts che cercava riparo dalle intemperie - 28 novembre 2013
Salendo da Vara Inferiore verso il Passo del Faiallo attraverso la suggestiva gola dei Canai e le sorgenti dell’Orba (segnavia: una linea gialla) - 2 giugno 2014
Sull’Alta Via presso Casa Tassara, tra il Passo del Faiallo e il Passo Vaccaria - 2 giugno 2014
Il sentiero che da Casa Tassara raggiunge il crinale di spartiacque al Passo Vaccaria - 2 giugno 2014
La cima del Monte Reixa - 15 luglio 2014
Sull’Alta Via tra la Rocca Vaccaria e il Monte Reixa (in fondo al centro) - 15 luglio 2014
In cima al Monte Reixa - 15 luglio 2014
Il Rifugio-Albergo “La nuvola sul mare” al Passo del Faiallo; in alto il Monte Reixa - 15 luglio 2014
Scendendo dal Monte Reixa verso il Passo della Gava: panorama sulla Riviera di Ponente - 2 settembre 2014
Sul sentiero segnato con una X rossa tra il Passo della Gava e il Monte Reixa - 2 settembre 2014
Il piccolo Rifugio Gilwell alle pendici sud-orientali del Monte Reixa - 2 settembre 2014
Panorama verso Genova e verso Portofino dalle pendici sud-orientali del Monte Reixa: sullo sfondo si distinguono le Alpi Apuane - 2 settembre 2014
Nei pressi del Rio Malanotte, sull’antica mulattiera (ex-Via del Sale) che dal Passo della Gava sale al Passo del Faiallo (segnavia: due pallini rossi) - 2 settembre 2014
Il selvaggio Vallone del Rio Malanotte tagliato a mezzacosta dalla mulattiera che collega la Gava al Passo del Faiallo - 2 settembre 2014
Il Monte Tardia (di Levante e di Ponente) visto dalle pendici orientali del Reixa - 2 settembre 2014
Panorama verso il Tobbio e la Costa Lavezzara dal versante orientale del Monte Reixa - 2 settembre 2014
Panorama verso Genova dalla mulattiera Gava-Faiallo - 2 settembre 2014
Salendo dal Passo del Faiallo verso l’anticima orientale del Monte Reixa - 6 luglio 2015
Sul crinale di spartiacque tra il Reixa e il Passo Vaccaria: anche quest'anno il Parco del Beigua ha provveduto al taglio dell'erba sui sentieri e sui collegamenti dell'Alta Via - 6 luglio 2015
Scendendo dal Monte Reixa al Passo Vaccaria: in primo piano, poco lontana, la Rocca Vaccaria - 6 luglio 2015
Scorcio panoramico dal crinale tra il Reixa e la Rocca Vaccaria - 6 luglio 2015
Salendo alla Rocca Vaccaria che si raggiunge con una breve deviazione dal percorso dell’Alta Via - 6 luglio 2015
La Madonnina della Rocca Vaccaria decapitata dai vandali fanatici - 6 luglio 2015
Panorama verso occidente dal crinale nei pressi della Rocca Vaccaria – 20 agosto 2015
I segni bianco-rossi dell’Alta Via al Passo Vaccaria: qui l’Alta Via, proveniente da Pratorotondo, abbandona il crinale e raggiunge il Passo del Faiallo passando per Casa Tassara alle pendici nord del Reixa - 20 agosto 2015
Panorama verso Genova dal Monte Reixa: in basso, da sinistra a destra, il Monte Tardia di Levante, quello di Ponente e la Rocca dell’Erxu - 20 agosto 2015
Il Passo del Faiallo con il ristorante-albergo “La Nuvola sul Mare” visto dal Monte Reixa - 15 maggio 2016
Le verdissime praterie del versante occidentale del Reixa fotografate dalla sterrata della Bucastrella, su cui passa l’itinerario Passo del Faiallo-Rifugio Argentea segnato con tre pallini gialli - 15 maggio 2016
Palina in legno presso il bivio per il Passo Crocetta (o Cruxetta) che si incontra percorrendo il sentiero Passo della Gava-Rifugio Argentea segnato con tre pallini rossi - 17 maggio 2016
Scendendo dal Rifugio Argentea verso il Passo della Gava nel verde intenso della primavera - 17 maggio 2016
Il rifugio Cà de Gava situato poco sotto l’omonimo passo - 17 maggio 2016
Bella prospettiva sul Tardia di Ponente dal sentiero Passo della Gava-Monte Reixa (segnavia: X rossa) - 17 maggio 2016
Salendo dal Passo della Gava verso il Reixa in uno splendido ambiente primaverile - 17 maggio 2016
Panorama dal Monte Reixa verso ponente che permette di abbracciare con lo sguardo tutto lo spartiacque fino al Beigua - 17 maggio 2016
La Madonnina della Rocca Vaccaria di nuovo intera, dopo che qualche anno fa era rimasta decapitata - 17 maggio 2016
L’anticima orientale del Reixa vista dal sentiero che sale dal Passo del Faiallo - 28 luglio 2016
Il sentiero di crinale che dal Monte Reixa scende al Passo Vaccaria - 28 luglio 2016
Il Bric del Dente e il Passo del Faiallo visti dal Passo Vaccaria - 28 luglio 2016
La Madonnina della Rocca Vaccaria - 28 luglio 2016
Profusione di segnavia a Casa Tassara - 28 luglio 2016
L’Alta Via presso Casa Tassara, alle pendici settentrionali del Reixa - 28 luglio 2016
Escursionisti sull’Alta Via verso il Rifugio Argentea - 9 aprile 2017
Scendendo dal Passo Vaccaria verso Casa Tassara - 9 aprile 2017
Nella faggeta presso Casa Tassara - 9 aprile 2017
Scorcio panoramico del crinale dal sentiero di salita tra il Faiallo e il Monte Reixa - 21 maggio 2017
Vista dal Monte Reixa verso Levante con il Tobbio sullo sfondo - 21 maggio 2017
Scendendo dal Reixa verso il Passo Vaccaria - 21 maggio 2017
Panorama dal Passo Vaccaria sul Golfo di Vado con una nave della Costa Crociere all’ingresso del Porto di Savona - 21 maggio 2017
La Madonnina sulla sommità della Rocca Vaccaria - 21 maggio 2017
L’Argentea e la Riviera delle Palme visti dalla Rocca Vaccaria - 21 maggio 2017
Il Passo del Faiallo e il Bric del Dente visti dal Passo Vaccaria - 24 ottobre 2017
Veduta panoramica di Genova dalla Rocca Vaccaria - 24 ottobre 2017
La Madonnina sulla cima della Rocca Vaccaria - 24 ottobre 2017
Il bel sentiero che dal Passo Crocetta (poco a est del Rifugio Argentea) scende al Passo della Gava - 19 maggio 2018
Il sentiero Passo Crocetta-Passo della Gava a mezzacosta sul versante meridionale della Rocca Vaccaria - 19 maggio 2018
Il Rifugio Cà da Gava posizionato poco sotto l’omonimo passo - 19 maggio 2018
Salendo dal Passo della Gavetta verso la Rocca dell’Erxu - 19 maggio 2018
Il minuscolo Riparo “Ai Belli Venti” sulla Rocca dell’Erxu - 19 maggio 2018
L’esile traccia di sentiero che dal Monte Tardia di Ponente scende direttamente al Passo della Gava - 19 maggio 2018
Sul sentiero Passo della Gava-Passo del Faiallo (segnavia: due pallini rossi) verso l’aspro Vallone del Rio Malanotte - 19 maggio 2018
Il solco del Rio Malanotte visto dal sentiero Passo della Gava-Passo del Faiallo (segnavia: due pallini rossi) - 19 maggio 2018
Il sentiero Passo della Gava-Passo del Faiallo presso con l’incrocio con l’itinerario proveniente da Fabbriche e Sambuco (segnavia: quadrato vuoto rosso) - 19 maggio 2018
Home  /  I monti  /  Fiori di montagna  /  Panorami  /  I parchi'lemiegite'  /  Cartine  / GPSDiario escursioni  /  Webcam  /  Link  /  Contatti