Escursionismo in Liguria: le schede dei monti

HOMEPAGE ESCURSIONISMO IN LIGURIA

Toraggio m. 1973 Pietravecchia m. 2038

Sugli itinerari descritti l'autore ha cercato di essere preciso per quanto possibile. Tuttavia non si assume alcuna responsabilità e raccomanda la consultazione delle carte escursionistiche.
Per questa escursione si consiglia la CARTA DEI SENTIERI E DEI RIFUGI N.8 - ALPI MARITTIME E LIGURI - ISTITUTO GEOGRAFICO CENTRALE

Gli itinerari e le cartine
COLLE DELLA MELOSA (1540) - MONTE TORAGGIO (1973) - MONTE PIETRAVECCHIA (2038)

Tempo di salita: ore 3.30 al Monte Toraggio + ore 2 al Monte Pietravecchia
Tempo totale: ore 6.45



Si parte dal Rifugio Allavena al Colle della Melosa (1540) raggiungibile in 40 km da Arma di Taggia.
Si segue la strada sterrata ex-militare fino al primo tornante dove si imbocca la mulattiera che si stacca sulla sinistra e che conduce all'inizio del "Sentiero degli Alpini". Il Sentiero degli Alpini, in alcuni tratti scavato nella roccia, costeggia le pareti orientali del Monte Pietravecchia e raggiunge con un ripido zig-zag la Gola dell'Incisa (1685), stretto intaglio sullo spartiacque Roia-Nervia al confine tra Italia e Francia. Dopodichè prosegue a mezzacosta sotto il Toraggio fino ad incontrare l'Alta Via dei Monti Liguri (segnavia ) risalente dalla Gola di Gouta. Si svolta a destra e con una breve salita si guadagna il crinale al Passo di Fonte Dragurina (1810) alle pendici meridionali del Toraggio. Da qui si segue una labile traccia (EE, alcuni bolli rossi) fino in vetta al Monte Toraggio (1973).
In discesa si torna alla Fonte Dragurina dove si imbocca, sulla destra, la bellissima mulattiera (segnavia ) che risale a mezzacosta i versanti occidentali del Toraggio e del Pietravecchia all'interno di splendidi lariceti.
In alternativa dalla cima si può scendere all'Alta Via percorrendo un divertente e ripidissimo tracciato sul versante della Roia denominato "Passaggio di Nord-Ovest" attrezzato con corde di canapa (segnavia ).
Attenzione: il Passaggio di Nord Ovest è da evitarsi in caso di pioggia o di erba bagnata; in ogni caso occorre prima accertarsi, per quanto possibile, del buono stato delle corde.
Si percorre l'Alta Via fino al Passo della Valletta (1909) sulla dorsale a nord del Pietravecchia. Da qui si raggiunge in una trentina di minuti la vetta del Monte Pietravecchia (2038).
Infine dal Passo della Valletta si scende per sentiero fino a sbucare sulla mulattiera percorsa all'andata. Si volge quindi a sinistra ed in breve tempo si ritorna alla sterrata e al Colle della Melosa.
 
Le immagini
Paline segnaletiche sotto il Passo dell'Incisa - 21 giugno 2006
Sul versante della Roia tra Fonte Dragurina e l'Incisa - 21 giugno 2006
La bellissima mulattiera del versante francese in prossimità del Passo della Valletta, tra splendidi larici e tappeti di rododendri - 21 giugno 2006
Tappeti di rododendri sul versante occidentale del Pietravecchia - 21 giugno 2006
Il Lago della Tenarda visto dal Colle della Melosa - 21 giugno 2006
Il Rifugio Allavena al Colle della Melosa - 19 giugno 2008
Il Passo della Valletta sul crinale di confine, poco a nord del Pietravecchia- 19 giugno 2008
Il Monte Pietravecchia fotografato dalla mulattiera tra Fonte Dragurina e il Passo dell'Incisa (Alta Via, versante della Roia) - 19 giugno 2008
Salendo dal Passo di Fonte Dragurina al Monte Toraggio - 19 giugno 2008
In vetta al Monte Toraggio - 19 giugno 2008
Scendendo dalla cima del Toraggio - 19 giugno 2008
Sul Sentiero degli Alpini che taglia a mezzacosta gli scoscesi versanti orientali del Toraggio e del Pietravecchia - 19 giugno 2008
Paline segnaletiche al Passo dell'Incisa, sul crinale di spartiacque Roia-Nervia - 19 giugno 2008
Il Passo dell'Incisa, tra i monti Pietravecchia e Toraggio, sullo spartiacque Roia-Nervia (cresta di confine Italia-Francia) - 19 giugno 2008
I primi raggi del sole illuminano il monte Grai - 27 settembre 2009
Il monte Grai - 27 settembre 2009
La caserma del monte Grai - 27 setembre 2009
Il Sentiero degli Alpini costeggia le pareti orientali del Pietravecchia e del Toraggio. Fu costruito tra il 1937 e il 1938 per collegare il colle della Melosa alle batterie del monte Toraggio su un percorso defilato al tiro dei cannoni francesi - 27 settembre 2009
Il Sentiero degli Alpini - 27 settembre 2009
Il Sentiero degli Alpini - 27 settembre 2009
Il Toraggio - 27 settembre 2009
Spettacolare immagine del Sentiero degli Alpini scavato nella roccia - 27 settembre 2009
Il Sentiero ha un vero e proprio tetto di roccia come si può vedere da questa foto ...
...e da quest'altra - 27 settembre 2009
Il monte Pietravecchia - 27 settembre 2009
Un'ultima immagine del sentiero degli alpini - 27 settembre 2009
Il Pietravecchia - 27 settembre 2009
Il Toraggio dal passo di Fonte Dragurina - 27 settembre 2009
Il Toraggio orientale e il Pietravecchia - 27 settembre 2009
In vetta al Toraggio - 27 settmbre 2009
Dal Toraggio: sullo sfondo da sinistra il Balcone di Marta, la Cima di Marta e in primo piano il Pietravecchia. Sul Balcone di Marta si trovano le più grandi postazioni difensive in caverna di tutte le Alpi Occidentali, costruite tra il 1938 e il 1940 - 27 settembre 2009
Questo cartello, sulla vetta del Toraggio, indica il sentiero denominato "Passaggio di Nord-Ovest" che scende ripido fino a incrociare il tracciato dell'Alta Via sul versante francese del Toraggio - 27 settembre 2009
Canaponi nella parte bassa del sentiero "Passaggio di Nord-Ovest" - 27 settebre 2009
Il crinale alpino verso sud - 27 settembre 2009
Il passo dell'Incisa - 27 settembre 2009
Il sentiero tra i larici - 27 settembre 2009
Il Toraggio dal Pietravecchia - 27 settembre 2009
Il Toraggio dal Pietravecchia - 27 settembre 2009
Il rifugio Allavena al Colle della Melosa - 27 settembre 2009
Panorama sulla Valle Argentina dal Monte Carmo dei Brocchi (spartiacque Arroscia-Argentina): all'estrema destra spiccano le cime del Toraggio e del Pietravecchia (foto di Ulrike Gelpke)
Home  /  I monti  /  Fiori di montagna  /  Panorami  /  I parchi'lemiegite'  /  Cartine  / GPSDiario escursioni  /  Webcam  /  Link  /  Contatti